In Windows Server 2016 Technical Preview 2 è stato introdotto il nuovo modello di deploy denominato Server Based Personal Session Desktops che di fatto unisce due modelli di deploy attualmente presenti:

  • il modello per creare un’infrastruttura VDI
  • il modello per creare un infrastruttura basata su sessioni

Con questo nuovo modello ogni utente può accedere ad un server col ruolo RD Session Host come fosse il suo desktop personale con una “End user experience” identica a quella di Windows 10. Inoltre sebbene la sessione utente sia eseguita su di un sistema operativo server gli utenti avranno la possibilità non solo di avere un desktop persistente, ma anche di installare applicazioni e avere privilegi di amministrazione locale.

La novità, a mio parere, veramente importante che introduce questo nuovo modello di deploy è la possibilità di creare un’infrastruttura VDI basata su un sistema operativo server in Cloud e quindi in Azure. Infatti la possibilità di poter utilizzare server Session Host al posto di VM con sistemi operativi client permette di creare una soluzione VDI senza di fatto aver la necessità di utilizzare un server RD Virtualization Host che in Azure non sarebbe stato possibile dal momento che non si può accedere direttamente all’hypervisor.

Questa funzionalità è gestibile solo tramite PowerShell infatti al momento questo nuovo modello di deploy non può essere né creato né gestito tramite il la console  Remote Desktop Management Services (RDMS) integrata nel Server Manager. Facilmente prima dell’uscita della RTM sarà integrata nella console.

Qui sotto riporto lo script per poter creare da zero questo nuovo modello di deployment, da utilizzare però rigorosamente solo dalla versione Windows Server 2016 TP3,

Script

Questo è link per scaricare lo script: Scarica Script (rinominarlo in .ps1)

Per maggiori informazioni:

RDS deployment: Personal Session Desktops in WS2016 TP3